Parroquia Senor de Mayo

Via Casma (Ancash)

Pariacoto – Perù

Carissimi amici, giunga dalla Cordillera Negra un saluto cordiale di pace e bene a tutti voi. Vi chiedo scusa per il ritardo delle mie notizie. Qui a Pariacoto (1200 mt) non abbiamo né servizi postali, né telefonici (il paesino conta solo con un telefono pubblico, ed é, di conseguenza, sempre intasato). Per poter fare delle chiamate telefoniche ed inviare la corrispondenza dobbiamo andare a Casma sulla costa (a due ore di viaggio) o a Chimbote, dove abbiamo una nostra comunità (a tre ore di viaggio). Stiamo cercando, con l'aiuto di amici di installare un telefono in convento per poter inviare le nostre notizie e ricevere le vostre attraverso chiamate, fax ed internet (la società nazionale telefonica vuole 7000 dollari). A volte risulta quasi impossibile metterci in contatto con i nostri confratelli nel Perú stesso, figuriamoci verso l'estero. Nel convento siamo tre frati e due postulanti e attendiamo a piú di cinquanta piccole comunità sparse qua e lá in questa zona della Cordigliera Negra. Ad alcune di queste assicuriamo la S. Messa tutte le domeniche (le più vicine), ad altre ogni quindici giorni, ad altre ancora ogni mese e alle restanti (a causa della lontananza) per le loro feste patronali o anniversari o per altre feste importanti (Natale e Pasqua). Per muoverci abbiamo due fuoristrada: per poter raggiungere le comunità più lontane dobbiamo fare tre ore di strada(su percorsi brecciati e molto pericolosi). Altre volte dobbiamo fare la prima parte in macchina e il restante a piedi o a cavallo (altre due a tre ore di viaggio); a tutto questo bisogna aggiungere le difficoltà per l'altezza delle montagne. E’ un servizio, come potete immaginare, molto faticoso e sacrificato. Ma con spirito francescano, in perfetta letizia, cerchiamo di continuare fedelmente il nostro servizio a Dio e ai fratelli, come veri figli del Poverello di Assisi. In questi ultimi anni, i nostri fratelli hanno portato avanti alcuni lavori a beneficio della collettività, grazie all'aiuto di molti amici benefattori di Europa e Usa, come ad esempio il miglioramento delle infrastrutture scolastiche, servizi igienici pubblici, salute, aiuto alle famiglie più bisognose, equipaggiamento dei bambini all'inizio dell'anno scolastico (grembiule, cancelleria, quota di iscrizione). Ugualmente aiutiamo le comunità a costruire o rimettere a posto le loro chiesette. Qui nella zona la gente é molto diffidente e spesso indifferente e i terroristi di "Sendero Luminoso lavorarono molto bene con la gente, specialmente con quelle più lontane. Il nostro lavoro é più centrato sui bambini e gli adolescenti, poiché i giovani se ne vanno in cerca di un futuro migliore nelle città, o per continuare gli studi o in cerca di lavoro. I genitori bevono molto, e coloro che ne pagano le conseguenze sono i bambini. Molti sono quasi abbandonati (vivono sporchi e denutriti), altri devono aiutare i loro genitori nella campagna, o pascolano le bestie... Per andare a scuola poi, alcuni bambini devono alzarsi molto presto (alle quattro o cinque del mattino), per poter arrivare in tempo a scuola (dopo aver camminato per le montagne por oltre una o due ore). Speso vanno a scuola senza aver messo niente nello stomaco, e devono attendere fino alle quattro del pomeriggio per poter mangiare qualcosa (dopo altre due ore di cammino). Altri bambini soffrono violenza psicologica e rischiano di diventare come i genitori. Allora mi domando: forse possiamo fare qualcosa? Un convitto per bambini e adolescenti più poveri, per potergli trasmette i valori fondamentali, inesistenti nelle loro case? Possiamo salvarli da un futuro incerto? Fare qualcos'altro? Sono delle idee, dei sogni, di fronte all'impotenza di non poter far niente per tanti bambini che soffrono. Questi bambini, bisogna dire, sono vivaci e hanno una grande voglia di vivere: "sono deliziosi". Volevo condividere con voi amici, la gioia, la fatica e la speranza della nostra comunitá di Pariacoto. Forse non sapete ancora che nel 1991 due dei nostri frati ( P. Miguel e P. Sbigniew) furono uccisi dai terroristi per la sola colpa di essere portatori di speranza a questi nostri fratelli della Cordigliera Negra. Come veri Pastori, dopo essere stati minacciati di morte, scelsero di restare con la gente, che erano prima del loro arrivo “come pecore senza pastore”. Dopo quella sera tremenda e terribile, la gente del popolo e dei dintorni li venera come "martiri della caritá”. Spesso arrivano anche dalle altre regioni e dall'estero per pregare davanti alle loro tombe che si trovano nella nostra Chiesa di Pariacoto. Come vi dicevo prima, abbiamo due postulanti. Ognuno di noi frati tiene loro dei corsi. lo per esempio curo tutto quello che riguarda la formazione francescana. Vi chiedo di sostenerci con la vostra preghiera, affinché il Signore renda fecondo il nostro servizio sacerdotale e pastorale.

La Vergine Immacolata, San Francesco d'Assisi e i nostri frati Miguel e Sbigniew intercedano per voi presso il Padre che conosce ogni vostro bisogno e vede ogni vostro desiderio. Vi auguro un felice Santo Natale, con l'augurio che Dio Padre riempia i vostri cuori di tenerezza e commozione nel contemplare il mistero dell'Incarnazione: il Dio che si é fatto uomo‑bambino per la nostra redenzione. Pace e Bene! Buon Natale e Buon Anno! Feliz  Navidad

Fr. Raúl Alvarado Guerreiro

NEXT