IN AIUTO AI VICINI

Come molti di voi sanno, da un anno e mezzo sono impegnato nella formazione dei novizi. Quest'anno ne abbiamo uno del Ghana, due del Kenya e cinque dello Zambia: lentamente, ma efficacemente il  programma va avanti. Tutti sanno che a lavorare con i giovani si provano delusioni e soddisfazioni, e certamente queste ultime sono più delle prime, e a me questo lavoro piace e lo faccio volentieri. Ogni tanto qualcuno mi ripete che il mio è un lavoro di grande responsabilità, io rispondo che normalmente questo tipo di impegni viene affidato a persone irresponsabili ecco perché è stato affidato a me. Infatti se uno avesse un profondo senso responsabilità, non lo farebbe mai, almeno questa è la mia opinione. Recentemente mi sono occupato dei nostri vicini di casa, che sono il nostro prossimo due volte, in senso di vicinanza fisica e in senso evangelico, infatti al di là del nostro muro di cinta ci sono le carceri. Era da qualche tempo che avevano problemi con l'acqua, qualche volta mancante anche per alcuni giorni consecutivi. Tra l'altro con notevoli rischi di malattie, perché non è possibile trasportare con i secchi l'acqua per l'igiene personale e dei locali e per tutte le necessità delle circa 400 persone residenti lì, con­tro la loro volontà. Abbiamo sentito il dovere di fare qualcosa che potesse risolvere il problema una volta per sempre o quasi! Abbiamo fatto fare la trivellazione per un pozzo e vi abbiamo messo una pompa, poi abbiamo costruito un traliccio di sei metri di altezza e vi abbiamo messo sopra un contenitore d'acqua di 10.000 litri, regalatoci dalla comunità di S. Teresa. Per circa un mese ho lavorato con i carcerati e mi sono trovato molto bene con loro, molto meglio che con altri operai i quali si assentano una volta per un funerale, un'altra volta perché gli sta male un figlio, ecc. Sempre quando ce n'è più bisogno. Loro invece sono stati sempre puntuali, anzi erano sul posto di lavoro prima che arrivassi io. Non solo, ma ho trovato operai altamente qualificati e specializzati per qualsiasi lavoro. Per questo tutto è proceduto liscio e l'opera è riuscita molto bene, con la soddisfazione di tutti, special­mente dei carcerati che ora hanno acqua a sufficienza e anche di otti­ma qualità.

 P. Anselmo Bonfigli - Franciscan Centre - P.O. Box 70992- Ndola

BACK - HOME